Home / Che cos’è il VIC (KIP)?

Che cos’è il VIC (KIP)?

“Immagini della mente ed esperienze emozionali correttive”
con il VIC di Leuner

vic-def

Che cos’è il VIC (KIP)?

La psicoterapia con il Vissuto Immaginativo Catatimico (VIC) è un metodo che ha le sue origini nella psicologia del profondo di Freud e Jung. Il VIC è stato concepito nel 1954 dal Prof. Dott. Hanscarl Leuner di Göttingen, Germania. La psicoterapia con il VIC è un metodo che usa l’immaginazione e il disegno per risolvere conflitti e per attingere alle risorse di auto guarigione inconscia.

S’inizia con una fase di rilassamento, in seguito il terapeuta propone un motivo, per esempio un fiore, un prato, una casa. Nell’immaginazione riferita al motivo prescelto, vengono riflessi: lo stato d’animo attuale, i conflitti consci e inconsci e le risorse personali del paziente. Nel corso del vissuto immaginativo, cioè durante il “sogno guidato”, scene e vicissitudini si sviluppano spontaneamente. Queste vengono influenzate dagli stati d’animo interni e dai modelli comportamentali generati dalle connessioni mnestiche implicite ed esplicite del paziente. Nel corso dell’immaginazione il paziente descrive cio` che si svolge davanti al suo occhio interno: racconta quello che osserva, vede, prova, tocca, sente, odora o assapora. Il terapeuta lo accompagna in un dialogo costante. Attraverso la comprensione e un adeguato “stile di accompagnamento” empatico, il terapeuta lo sostiene ad esplorare ulteriormente ciò che sta vivendo e lo esorta nella confrontazione con contenuti simbolici carichi di significati e di emozioni. Dopo la consultazione terapeutica, il paziente può continuare l’elaborazione delle scene e vicissitudini, a casa, disegnando e/o descrivendo il vissuto; e se necessario aggiungendo nuove idee, dettagli o associazioni che saranno discusse nella seguente ora di terapia.

L’elaborazione di queste esperienze nel contesto biopsicoemozionale è una parte importante del lavoro terapeutico. Questi vissuti costituiscono nuove “esperienze emozionali correttive” che possono essere integrate nel contesto autobiografico come nuove possibili strategie adattive nella risoluzione di problemi e nella gestione della vita quotidiana.

Dall’immaginazione attiva di Jung al Vissuto Immaginativo di Leuner:
come da un metodo base si delinea un metodo flessibile.

  • La tecnica può essere applicata sia in terapia individuale, di coppia, di famiglia, con bambini e adolescenti e in gruppo.
  • Il VIC favorisce i processi creativi, è quindi anche un ottimo strumento per il trattamento di blocchi creativi, di scrittura, e di progetti. Può anche essere usato nel coaching o nel lavoro di supervisione.
  • Le neuroscienze dimostrano che alla base di certi sintomi, di certi comportamenti disorganizzanti, così come di altre forme di sofferenza che affliggono le persone, si trovano esperienze disfunzionali del passato, spesso inaccessibili alla sfera cognitiva. I metodi che usano l’immaginazione, stimolando i processi creativi e di simbolizzazione, consentono una via d’accesso ai network delle memorie traumatiche pre-verbali per una efficace rielaborazione attuale.
  • Il VIC è uno strumento efficace per lavorare con i disturbi psicosomatici: gestione delle sindromi dolorose croniche (cefalee, dolore pelvico, problemi visivi, problemi sessuali, e altro ancora come nell’accompagnamento nella malattia (cancro, glaucoma,  ecc..)

Grazie alla flessibilità di applicazione e allo sviluppo metodologico e scientifico che ha avuto, il VIC può essere utilizzato sia come trattamento esclusivo sia integrato con altri orientamenti.

Vantaggi per il terapeuta

  • “Sogno guidato” e disegno offrono diversi elementi per arricchire la fase psicodiagnostica;
  • Interventi “Trauma-focused” per agganciare velocemente i target disfunzionali, individuare i conflitti principali;
  • Creare un ponte con il passato e trasformare i ricordi e le credenze disfunzionali;
  • Attivare stati affettivi positivi (posto sicuro, autotranquillizazione)
  • Aumentare la compliance e l’aderenza al percorso di cura significa: meno interruzioni in terapia, più successo terapeutico;

mandala_bianco

Dott.ssa Marisa Martinelli,  psicologa psicoterapeuta, Coordinatrice Sezione SIPNEI Veneto-Friuli, Terapeuta Parctitioner EMDR, psicoterapeuta sensomotoria; Terapeuta VIC riconosciuta dalla SAGKB Svizzera/Europea.
Autrice del libro “La psicoterapia con il Vissuto Immaginativo Catatimico” – Edizioni Librerie Progetto, Padova (2009).

libro_vic

Top